Riqualificazione energetica

La riqualificazione energetica di una casa consiste in tutte quelle operazioni che permettono di intervenire sulle prestazioni energetiche di un edificio rendendole più efficienti. In questo modo è possibile razionalizzare i flussi energetici tra l’edificio e l’ambiente esterno.

In genere, si potrebbe valutare di iniziare un intervento di riqualificazione energetica quando nasce una delle seguenti esigenze:

  • la necessità di ristrutturare un immobile
  • la volontà di ridurre i consumi (per esempio le spese per il riscaldamento)
  • l’esigenza di aumentare il confort abitativo della propria casa

Ogni edificio, inoltre, è definito da una lettera dell’alfabeto che sta ad indicare la classe energetica di appartenenza tarandola da una scala da A+ a G, dove quest’ultima è chiaramente la più energivora. Il documento che specifica la classe di appartenenza dell’immobile è la certificazione energetica dell’edifico.

Il beneficio più tangente per chi ha deciso di migliorare le prestazioni energetiche della propria casa è sicuramente il risparmio economico: un’abitazione di classe energetica F, infatti, ha un fabbisogno energetico primario di 160 kilowatt per ogni metro quadro. Questo dato indica che l’utente dovrà spendere 12,74 euro per riscaldare un solo metro quadro, circa 1300,00 euro annui per un trilocale.

Inoltre, riqualificare energeticamente una casa è un’operazione più economica rispetto all’acquisto di una costruzione ex novo.

Non bisogna dimenticare che chi decide di sottoporre la propria casa ad un intervento di riqualificazione energetica beneficia delle agevolazioni erogate mediante detrazioni fiscali o contributi economici diretti. Nel primo caso, le detrazioni sono rivolte a coloro che intendono investire in una ristrutturazione edilizia (legge di Stabilità), nel secondo caso, invece, i contributi vengono erogati nel contesto del Conto Termico.

Ristrutturazione energetica: quali sono gli interventi per aumentare l’efficienza energetica di un edificio

I motivi per i quali si decide di sottoporre il proprio immobile ad una ristrutturazione edilizia possono essere molteplici.

Uno di questi è la necessità di potenziare le prestazioni energetiche di un edificio e risparmiare così, in breve tempo, sui consumi annuali.

Quali sono gli interventi di ristrutturazione capaci di trasformare una casa di classe energetica G in un’abitazione di classe A+?

  • Realizzazione di un cappotto termico con opera di coibentazione dell’edificio
  • Sostituzione degli infissi
  • Installazione di pannelli fotovoltaici
  • Installazione del solare termico
  • Installazione di pompe di calore e sistemi di riscaldamento più efficienti